Volete bambini più sani? Il potere degli abbracci

potere abbracci figli

Un abbraccio è la maniera più semplice, immediata e istintiva per trasmettere amore e protezione al proprio bambino. Ma il potere degli abbracci non si esaurisce nel "semplice" calore di una madre o di un padre nei confronti dei piccoli: uno studio scientifico avrebbe infatti dimostrato che in questo modo si va a migliorare anche la salute dei bambini, sia dal punto di vista psicofisico che strettamente emotivo.

Secondo il National Hugging Day, che ha fissato al 21 gennaio la giornata internazionale degli abbracci, abbracciare di più mamma, papà e amici non solo ci aiuta a legare, a trasmettere e ricevere energia positiva, ma, soprattutto nei confronti dei più piccoli, protegge il nostro e il loro benessere.

Un bimbo coccolato oggi sarà un adulto felice e più sano domani.

Bambini più sani: perché abbracciarli fa bene

Secondo alcuni ricercatori un bambino felice ha bisogno di circa quattro abbracci al giorno per sopravvivere, di otto per stare bene e di una dozzina per crescere in salute. Naturalmente non dobbiamo pensare a un abbraccio come se fosse una medicina, ma come una coccola naturale e istintiva dopo il bagnetto, mentre giochiamo, prima di dormire, dopo la pappa e così via. Cosa succede esattamente quando abbracciamo i nostri bambini? Scientificamente durante l’abbraccio rilasciamo alcuni ormoni che hanno un effetto benefico molto potente sulla salute dei piccoli, andando quindi a stimolare il loro sviluppo cognitivo e psicologico e, contemporaneamente, a calmare il loro sistema nervoso. Questo ormone si chiama ossitocina e rappresenta le emozioni positive della fiducia, della protezione, del conforto. Inoltre, più a lungo durerà il nostro abbraccio, più saremo sicuri di aver prodotto l’ormone della felicità.

I benefici degli abbracci sulla salute dei bambini

Ma quali sono, tecnicamente, i vantaggi degli abbracci sulla salute dei bambini? Innanzitutto, li aiutano a dormire meglio: qualche coccola prima del riposo, li aiuterà a rilassarsi completamente. Inoltre, gli abbracci riducono il livello di stress sia nei genitori che nei figli, andando a diminuire la produzione del cosiddetto ormone dello stress, ovvero il cortisolo.

Abbracciare spesso il proprio bimbo lo aiuta anche a sentirsi più sicuro e protetto, aumentando, quindi, il suo livello di autostima, riducendo il senso di solitudine e accrescendo la sua percezione di amore.

Per quanto riguarda la salute psicofisica, poi, un abbraccio stimola la produzione dei globuli bianchi, proteggendo il sistema immunitario del bimbo, aumenta la produzione della dopamina che, combinata alla serotonina, migliora l’umore del piccolo. Nel caso, inoltre, di una malattia, un abbraccio aiuterà il bimbo a guarire meglio e più in fretta.

Dunque, il potere terapeutico degli abbracci è piuttosto evidente. Non dobbiamo avere il timore di esagerare e magari "soffocare" il nostro piccolo abbracciandolo troppo. Cerchiamo solo di rendere questo momento come un qualcosa di assolutamente naturale nel rapporto genitori-figli così da farlo crescere con una forte predisposizione e apertura verso gli altri, verso il contatto fisico, senza paure e insicurezze.

8 comments

  1. Denise Giorgioni 11 gennaio, 2018 at 08:19 Rispondi

    Coccole a volontà… sono abbracci intensi, disinteressati, che fanno venire i brividi. A volte c’è poco tempo per stare insieme ai nostri bimbi… coccole, baci e abbracci arricchiscono quei momenti, danno loro il più grande dei valori. Ma quali vizi? Sono abbracci inscindibili ❤

Lascia un commento