Arriva per Natale il Bonus Figli: come funziona?

bonus figli 2018

Dopo la batosta del bonus bebè 2018, saltato senza un valido motivo, arriva una buona notizia per le famiglie italiane: il Bonus Figli.

Si tratta di un incentivo di 150 euro mensili per ogni figlio a carico fino a 18 anni, e di 100 euro per i figli da 18 a 25 anni che non hanno ancora un reddito.

Bonus Figli per Natale: il lungo iter burocratico

Il Bonus Figli quindi è un gradito regalo che le famiglie italiane dovrebbero ritrovarsi sotto l'albero. Il disegno di legge fu infatti presentato circa due anni fa, è al vaglio dell'aula da maggio e con ogni probabilità dovrebbe essere approvato proprio in prossimità delle festività natalizie. Si tratta di un nuovo modo per rilanciare la natalità in Italia, che in Europa è uno dei paesi più vecchi.

A chi è destinato il Bonus Figli?

Il Bonus Figli è destinato a tutte quelle famiglie che hanno un reddito ISEE inferiore ai 50 mila euro. Le famiglie che hanno un figlio a carico fino a 18 anni, con un reddito ISEE compreso tra i 50 mila ed i 70 mila euro, potranno comunque presentare la domanda ed avere nella busta paga la detrazione Irpef per i lavoratori autonomi o in denaro per gli incapienti.

128 comments

  1. Antonella Santarsiero 3 novembre, 2017 at 15:40 Rispondi

    Magari fosse vero!
    Se calcoliamo 150€ al mese per ogni figlio per ogni famiglia che non supera i: 50mila € di ISEE?????
    Cioè potrebbero averlo quelli che hanno 49000€ di isee…
    certo!!!!!
    Lo stato se ne andrebbe sotto sopra penso…
    Grande stronzata st articolo …
    O almeno questi non sono sicuramente i canoni per riceverlo

  2. Alessia Marino 3 novembre, 2017 at 15:53 Rispondi

    io sono contenta tanto a me fino a marzo il bonus bebè lo danno perchè chi lo ha già attivo lo prende fino ai 3 anni poi richiederò anche questo e gli assegni familiari che bella notizia finalmete danno un aiuto concreto alle famiglie

    • Giusy Simeri 3 novembre, 2017 at 22:23 Rispondi

      Non è una bufala, è che ancora non è legge. È ferma in Senato da 2 anni e verrà discussa proprio in queste settimane
      Ovviamente se chiedi ai CAF dicono che non è vero perché loro ricevono l’aggiornamento solo quando sarà approvata

    • Vittoria Cassioli 4 novembre, 2017 at 11:54 Rispondi

      Ma se lo dessero a tutti non sarebbe meglio?…denigrare sempre chi lavora e si fa il culo non è cosa sana sai?…se stai a guardare gli isee magari hai una macchina e non una casa..e per loro sei ricca…questa è l’Italia!!!

    • Tilde Albertini 4 novembre, 2017 at 20:05 Rispondi

      A me nn lo fa il commercialista…anche xké se no dovrei pagarlo…. E ogni volta devo andare al Caf almeno 5/6 volte a portare tutte le carte…se nn fosse x le file alla posta e in banca… Vittoria Cassioli stai a casa se nn ti conviene lavorare… Nn credo ci sia qualcuno che ti costringa… Io preferirei 1000 volte lavorare… Ma nn la pensiamo alla stessa maniera… Un bacio…

    • Vittoria Cassioli 4 novembre, 2017 at 20:37 Rispondi

      Tilde Albertini la fila alle poste la facciamo tutti…e per i più svariati motivi…in banca ci andiamo tutti e facciamo la fila…il commercialista è d’obbligo per chi lavora e paga le tasse….mi costringe la famiglia a lavorare …io non
      Ho nonni che mi aiutano e che mi danno la casa…e se non lavoro i soldi non ce li ho neanche per comprare una fascia….😜e ti assicuro che quando vedi il tassametro salire ti passa la voglia di lavorare…ma lo fai…per i tuoi figli…perché altrimenti non hai santo a chi rivolgerti….

  3. Scila Salini 3 novembre, 2017 at 18:28 Rispondi

    i 150 euro verrebbero corrisposti solamente a dicembre, mentre il bonus bebe sono 80 euro al mese, è comunque non è ancora diventato un decreto attuattivo, è da maggio dell’anno scorso che è al vaglio

Lascia un commento