Aiuto! Si è rotto un dentino da latte! Cosa fare ora?

dentino da latte rotto

Solitamente cadono da soli ma talvolta si spezzano, si rompono o si spostano. Basta un piccolo urto, una caduta o un trauma e i dentini da latte possono rovinarsi.

Niente paura mamme! Ecco come affrontare ogni situazione!

Il dentino da latte è caduto

Prima o poi sarebbe successo. Buttate il dentino e, consultando un medico, occupatevi della gengiva del piccolo per escludere traumi e frammenti di dente rimasti all’interno.

Il dentino da latte è rientrato o è uscito dalla gengiva

A seconda del trauma, il dentino può essersi infilato o sfilato dalla gengiva.

In entrambi i casi, consultate subito un dentista abituato a lavorare con i bambini che escluderà ulteriori fratture interne a carico dell’osso e che deciderà se è il caso, o meno, di riposizionare correttamente il dente o se è meglio attendere che cada naturalmente.

Il dentino da latte si è mosso

Il piccolo ha battuto la bocca e il dentino da latte si è spostato in un’altra posizione?

Non temporeggiate e portate il piccolo da un dentista specializzato in ortodonzia pediatrica: con qualche movimento e una breve seduta, sarà possibile rimettere il dentino nella sua sede normale ed evitare che gli altri si spostino.

Il dentino da latte compromesso si annerisce

Se dopo qualche settimana il dentino da latte inizia ad assumere una sfumatura grigiastra può significare che la radice è stata lesionata.

Verificate anche se alla base del dente si è formata una piccola pallina di colore bianco. Se sì, siamo in presenza di un ascesso e quindi di una profonda infiammazione. Meglio andare dal dentista, per decidere il da farsi.

Anche se rotto, il dentino da latte va pulito

Che si sia spezzato o che sia leggermente rientrato, non trascurate l’igiene del dentino e mantenetelo pulito. Per farlo, però, usate modi gentili: un batuffolo di garza sterile imbevuto di clorexidina (un gel disinfettante e antibatterico) saranno per qualche tempo sostituti di dentifricio e spazzolino!

Lascia un commento