Essere madre ci cambia per sempre?

essere-madre

È stato pubblicato di recente sull’Huffington Post l’articolo di una blogger americana che affronta un tema caro a noi mamme: come cambia la vita dopo che sono nati i pargoli.

Essere madre ci cambia per sempre?

Certo, l’autrice usa termini molto forti, e dice che ogni giorno un piccolo pezzo di lei muore, perché è stremata dallo stare dietro al piccolo. Ecco le sue parole: 

"Essere madre ha in sé una strana ambivalenza. Ti riempie di vita, ma è estenuante. Mette a dura la prova la mia fiducia, la mia pazienza ed è un costante esercizio per il cuore. In cambio, però, la mia fiducia e la mia pazienza sono più forti, il mio cuore è più grande. Anche se a volte arrivo al limite, la mia soglia di sopportazione sembra aumentare sempre di più. E' vero. Sono una madre e un piccolo pezzo di me "muore" ogni giorno, ma non credo che lo rimpiangerò. Il mio bambino mi rende una persona migliore, sempre. Quella vocina che mi fa dubitare del mio ruolo di madre svanisce insieme a tutto il resto. Mi restano soltanto la gratitudine... e un pavimento pieno di briciole."

Queste affermazioni sono assolutamente vere: perché se da un lato la perdita di sonno, l’assenza di vita sociale, i tanti sacrifici, grandi e piccoli che facciamo per i figli ci stremano, dall'altra è sufficiente un loro abbraccio per cancellare ogni sensazione negativa.

La nascita dei figli rende meno egoista anche chi pensava di essere la persona più generosa del mondo: perché da quel momento in poi, ci sarà sempre qualcun altro prima di noi. Certo, quando i figli crescono le esigenze cambiano, ed è necessario insegnare loro il rispetto verso noi genitori, e il concetto essenziale che non tutto è permesso.

Eppure, come dice l’autrice, nonostante tutto siamo pieni di gratitudine: e, aggiungerei io, di uno sterminato amore.

3 comments

Lascia un commento