Ostetrica malata di morbillo: non era vaccinata

ostetrica malata di morbillo

Un'ostetrica del reparto di ginecologia nell'ospedale di Senigallia manca dal posto di lavoro dal 20 agosto, per aver contratto il virus del morbillo. La nota è stata rilasciata dalla Regione Marche, con il conseguente avvio immediato di un'indagine epidemiologica per ricostruire i contatti dell'ostetrica.

Identificate le pazienti dell'ostetrica malata di morbillo

Innanzitutto l'ospedale ha provveduto a contattare le pazienti curate dall'ostetrica malata di morbillo, e successivamente per scongiurare la diffusione del virus sono stati vaccinati due genitori di neonati, due familiari ed un operatore sanitario. Inoltre sono stati avvisati anche 19 contatti di 56 pazienti del Pronto Soccorso entrati in contatto con l'ostetrica malata.

Vaccinazione obbligatoria, l'appello di Fabrizio Volpini

Alla luce di questo nuovo caso esplode nuovamente la polemica sulla vaccinazione obbligatoria, a cui evidentemente l'ostetrica dell'ospedale non si era sottoposta. Fabrizio Volpini, presidente della Commissione Sanità delle Marche, pone l'accento sull'importanza dei vaccini e invita i genitori ad aderire alla nuova normativa che rende obbligatoria la vaccinazione del morbillo. Al vaglio un provvedimento che permette al personale sanitario non vaccinato di poter accedere alle vaccinazioni, per tutelare la salute dei neonati, delle donne in gravidanza ed in generale delle persone più deboli.

7 comments

Lascia un commento