I 5 principali divieti sulla scelta del nome del nascituro

scelta del nome bambino

Appena saputo il sesso del nascituro, uno dei momenti più belli e divertenti è la scelta del nome. Nnaturalmente ce n’è per tutti i gusti! Nomi classici, originali, stranieri o di moda… La scelta è ampia e non sempre è facile mettere d’accordo tutta la famiglia.

Ma attenzione a qualche semplice regola per essere sicuri di non violare la legge sull’attribuzione del nome!

1. Nomi stranieri? Sì, purché...

Si possono dare al bambino nomi italiani, stranieri, di aree geografiche (Asia, America ecc…), di colori, di marchi famosi ecc...basta che siano scritti con lettere appartenenti all’alfabeto italiano (comprese le lettere X,Y, W, J e K).

2. Quanti nomi per un bambino?

Si può dare fino a un massimo di tre nomi. Se sono separati dalla virgola, il bambino potrà firmare solo con il primo nome; se al contrario non si mettono le virgole, bisognerà firmare per esteso, con tutti i nomi. In sede di Battesimo è possibile aggiungere altri nomi oltre al terzo, ma è bene ricordare che quelli aggiunti in questo momento non hanno alcun valore a livello anagrafico e legale.

3. Nomi maschili e nomi femminili

Non si può dare un nome da maschio a una femmina e viceversa, con la sola eccezione di Andrea, e di Maria come secondo nome per un maschio.

4. Il nome del papà, del nonno, dello zio...

Non si può dare lo stesso nome del padre vivente o di un fratello o di una sorella viventi, come ad esempio nei paesi anglosassoni, in cui spesso il primogenito si chiama come il papà con l’aggiunta del Jr. (Junior). Se si vuole dare il nome del padre, lo si dovrà associare a un altro nome, formando un doppio nome.

5. Nomi di personaggi famosi

Sono vietati i nomi legati a personaggi storici controversi (come Adolf Hitler), i nomi di fantasia di fumetti o cartoni animati, i nomi ridicoli e offensivi (esiste un apposito elenco) e i cognomi usati come nomi. Esemplificativo è il caso della Corte di Appello di Genova che giudicò illegittimo il nome Venerdì dato ad un bambino, perché ritenuto giorno della settimana sfortunato. 

E allora...buona scelta del nome, ma state attenti a queste semplici indicazioni!

6 comments

  1. Serena Bortoluzzi 11 ottobre, 2016 at 22:23 Rispondi

    La 2 non è vera purtroppo!!! Mia figlia ha il doppio nome Vittoria Francesca, e anche a me avevano detto della virgola ma non esiste più questa procedura in comune. Mia figlia quando sarà grande mi odierà ogni volta che dovrà firmare per esteso😜😜😜

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.