Diabete infantile: una patologia sottovalutata

diabete-infantile

Diversamente da quanto si possa immaginare il diabete è una patologia che non riguarda esclusivamente i soggetti adulti, ma anche i bambini di età inferiore ai 5 anni. Il diabete infantile, se individuato per tempo, può essere tenuto sotto controllo, consentendo al piccolo di vivere un’esistenza del tutto normale e priva di complicazioni. Vediamo di seguito quali sono i principali sintomi del diabete di tipo 1 al suo esordio, di fronte ai quali è necessario rivolgersi immediatamente all'intervento di uno specialista.

Il diabete di tipo 1 (denominato anche mellito o TD1) è quello che ha maggiore incidenza tra i più piccoli. Esso, lo ricordiamo, viene determinato da una insufficienza del pancreas, le cui cellule beta non riescono a produrre la giusta quantità di insulina, ovvero l’ormone anabolico che regola la presenza del glucosio nel sangue. Questa circostanza genera un disordine metabolico che causa l’iperglicemia e il diabete.

I principali sintomi del diabete infantile

I campanelli d’allarme che dovrebbero allertare un genitore, con il conseguente ricorso a una visita medica approfondita, sono i seguenti:

  1. la poliuria, che consiste nella produzione di una significativa quantità di urina e nell'aumentata frequenza delle minzioni;
  2. la polidipsia, ovvero la sensazione di sete intensa e il conseguente aumento del consumo dei liquidi;
  3. la polifagia, ovvero la sensazione di fame smodata e il conseguente aumento dell'assunzione di cibo;
  4. il dimagrimento improvviso e ingiustificato;
  5. gli spasmi a livello addominale, che non possono essere ricondotti ad altri disturbi.
  6. Talora il bambino può anche cadere in una sorta di stato confusionale, fino al coma chetoacidosico. Questa circostanza, tuttavia, è riferibile esclusivamente a uno stadio avanzato della malattia.

Ricordiamo infine che Il diabete mellito non è una patologia ereditaria in senso classico, ma, piuttosto, una malattia determinata dall'azione contestuale di più geni.

Il video della settimana

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.