Dormire sonni tranquilli con il cerotto al miele

cerotto-al-miele

I mesi di gennaio e febbraio sono quelli più a rischio per l’insorgere di influenze, bronchiti, tosse e raffreddore. In particolare, in presenza di muco, tosse e naso chiuso, si hanno difficoltà nel prendere sonno e nel dormire tranquilli la notte. E un sonno agitato, rende la giornata più difficile e priva di energia, soprattutto per i bambini.

Ecco allora un rimedio antico, efficace e senza effetti collaterali per curare la tosse e i malanni di stagione. Si tratta del cerotto al miele. Vediamo come realizzarlo.

Essendo il miele ricco di sostanze battericide, antibiotiche, antiossidanti ed espettoranti, se messo a contatto con la pelle, penetra più profondamente attraverso l’epidermide, aiutando a guarire in maniera mirata.

Per preparare un cerotto al miele servono:

  • miele di ottima qualità (meglio se acquistato direttamente nelle apicolture)
  • farina
  • olio vegetale biologico
  • garza e cerotto

Mischiate un cucchiaio di farina con uno di miele, fino ad ottenere un impasto che non si attacca alle mani.

Aggiungete un cucchiaino di olio vegetale e mescolate di nuovo. Versate il composto su una garza.

Prima di andare a letto, mettete questa garza sul petto o sulla schiena, più in alto rispetto al cuore, e fissatela con un cerotto adesivo.

Lasciatela agire per tutta la notte (o 2-3 ore nel caso di bambini).

Se durante il sonno aumenta la sudorazione, è normale. E’ il segno che il corpo si sta depurando. Il trattamento va ripetuto per qualche giorno di fila.

Attenzione alle allergie!

Il cerotto al miele può essere anche sui bambini, a partire dai sei mesi. Bisogna accertarsi, però, che il bambino non abbia la febbre e non sia allergico ai prodotti derivati dalle api. Per fare la prova, mettete una piccola quantità di miele sul corpo del bimbo. Se la parte a contatto si arrossa o si gonfia, significa che è allergico. In questo caso, non va usato il cerotto.

Già diffuso nell'antichità (basti pensare che gli Egizi curavano i bambini con il miele, e Ippocrate, padre della medicina occidentale, lo usava in molti medicamenti), il miele è oggi considerato principalmente un dolcificante, ma, per sue proprietà, è un vero e proprio cibo-medicina, che andrebbe usato in determinate occasioni e di cui non bisogna abusare.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.