Fare la spesa con i bambini: le Olimpiadi delle mamme

Fare la spesa con i bambini: e che ci vuole, diranno in tanti? Ci vuole il coraggio, la forza di volontà e la dedizione di un maratoneta alle Olimpiadi, ecco che ci vuole.

Andare al supermercato con i figli è un percorso a ostacoli: 4 per la precisione.

1. Il carrello. Opzioni

Figlio molto piccolo: passeggino + carrellino: se sei di corsa il rischio di ninnare il carrelletto e mettere il latte sul passeggino è dietro l’angolo.

Figlio che può stare seduto, ma non cammina: che cul..che fortuna. È il paradiso: lo piazzi sul carrello grande e te lo giostri come una ballerina di tango tenendolo sempre lontano dagli scaffali.

Figlio che cammina e non vuole il carrello: sono cavoli. Farai il banco dei salumi avanti e indietro dieci volte per prendere un etto di prosciutto.

Due figli: se sono di età simile, entrambi vorranno stare nel carrello grande, e poi entrambi vorranno quello piccolo. E quando scapperanno lo faranno in due direzioni diverse. E mo’ quale rincorri??

Più di due figli sotto i sei anni: se li porti tutti insieme al supermercato, dimmi dove abiti che ti mando un mazzo di fiori.

2. La spesa

Vai per comprare il pollo, l’insalata e i limoni.

Esci con: i cereali che nessuno mangerà mai, quella merendina che ha più coloranti di una borsa cinese, i palloncini che fanno sempre festa e le bolle di sapone. Che sono il regalo più economico che trovi, e che i pargoli svuoteranno sui tuoi piedi davanti alla cassa. Però almeno non devi pulire tu.

3. Il bagno

Dimmi la verità: prima di avere figli, nemmeno lo sapevi che i supermercati avevano i bagni. Adesso appena entri la commessa ti fa a tutta voce: se ti serve la chiave del bagno ce l’ho io!!!

Manco fossi quella della pubblicità per incontinenti.

4. The Others

Gli altri: i perfetti sconosciuti che si fanno i cazzi tuoi e dei tuoi figli. Quelli che scandagliano il carrello e ti dicono che sbagli dieta.

Quelli che, ah non cammina?? Mio nipote sì! Quelli che se compri l’ovetto li vizi, se non lo compri sei tirchia. Quelli che ad un certo punto speroni col carrello, ruotando loro un piede. Ma così, eh, per caso.

Però alla fine ne esci viva. Malconcia ma viva.

Poi un giorno tuo marito ti chiama e fa: vado io al supermercato? E tu: NO CI VADO IOOOOOO!!! VIENI A TENERE I FIGLI!!!

Non fa in tempo a entrare dalla porta che ti sei già data alla fuga, tirando baci a tutti e l’ultima cosa che si sente in casa di te è l’eco della frase VI PORTO L’OVETTOOOOO 

In macchina togli al volo lo Zecchino d’oro e metti i Red Hot, entri al supermercato col carrello che ti pare e col passo di una che sta ballando I’m a single Lady di Beyonce. 

Ti piazzi ai salumi senza che nessun pargolo aliti sul vetro e ci faccia un cuore, vai a prendere una cernia senza dover sentire un figlio che a tutta voce urla alla ragazza del banco CHE PUZZAAAAA e puoi perfino confrontare i prezzi dei due prodotti che t’interessano: che emozioneeeeee!

Poi passa una mamma con il figlio, e anche se sei uscita da  10 minuti ti viene voglia di fare una carezza sulla testa del tuo.

E allora prendi due palloncini che fanno sempre festa, i cereali appiccicosi, le bolle di sapone (che per una volta ti porti via integre) e ovviamente gli ovetti.

E corri via a coccolarti il pargolo terribile, ma fantastico, che ti aspetta a casa.

12 comments

  1. Sara Bacherini 3 marzo, 2016 at 14:16 Rispondi

    Mio figlio è buonissimo. Lo metto nel carrello, gli pianto un pezzetto di schiacciata e poi gli faccio “sparare” i prodotti col salvatempo…quando devo prendere poche cose prende il carrellino a traino e ci pensa lui a tirarlo e mettere i prodotti dentro…ora, con lui sono stata stra-fortunata, vediamo col prossimo come va…

    • C'era una mamma 3 marzo, 2016 at 15:10 Rispondi

      Posso confessarti una cosa?? Anche i miei non sono male (sempre se hanno la luna giusta eh) però mi piaceva raccontare in maniera divertente tutte le avventure che le mamme possono vivere al supermercato…ma il tuo è davvero bravo!!

  2. Katia Castagna 3 marzo, 2016 at 14:35 Rispondi

    Io ne ho 3, una di 9 ,8 e l’ ultima di 9mesi le ho sempre portate con me, anche quando avevo solo le prime due sono sempre riuscita a gestirle senza problemi. Sarò stata anche fortunata ma ho sempre insegnato loro le regole.

    • C'era una mamma 3 marzo, 2016 at 15:12 Rispondi

      Katia sei una super mamma!! Di quelle che si meritano il mazzo di fiori! Io avevo un esempio simile in casa…mia mamma andava a fare la spesa (a piediiiiii) con un figlio di 4 uno di 3 e mio fratello appena nato…insomma siete davvero da olimpiadi!

  3. Giulianina Sammy 3 marzo, 2016 at 15:57 Rispondi

    Mio figlio sabato scorso dopo che finalmente toccava a noi al banco dei salumi ha deciso di sbattere la testa nel manico del carrello solo perché era annoiato 😱😂! Farà 2 anni a fine Marzo! 👶🏼

  4. Estefania Llontop Caceres 4 marzo, 2016 at 00:20 Rispondi

    Io ci vado quasi sempre con i miei due bimbi la grande di 3 anni e il piccolo di 1.. E sono sempre contenti perchè si scelgono le loro cosine 😅 e mi danno una mano..per loro è uno svago! Mia figlia non vede l’ora di tornare al supermercato 😂

Lascia un commento