Virus gastrointestinale del bambino: come contrastarlo?

virus gastrointestinale bambino

Quando il nostro bimbo comincia a manifestare una serie di sintomi quali il vomito o la diarrea bisogna cominciare a pensare ad una possibile contaminazione batterica o a virus di tipo influenzale.

Come riconoscere i sintomi, ma soprattutto aiutare i nostri bimbi a stare meglio?

Virus gastrointestinale nei bambini: sintomi e rimedi

Tra i sintomi gastrointestinali che possono colpire il bambino sono comprese le tracce di muco e di sangue eventualmente presenti nelle feci ma anche febbre e dolori addominali. Il Rotavirus è il maggior responsabile di disturbi gastrointestinali in tutti i bambini con almeno 5 anni di vita ma per la sua prevenzione esistono attualmente dei vaccini molto efficaci.

Nel bimbo ammalato è possibile riscontrare dei problemi come apatie, diminuzione nella produzione di urine e difficoltà relative al sonno e al risveglio. Per rimediare in modo risolutivo ed efficace è possibile reidratare il bambino attraverso il latte materno e nel caso sia già autonomo nell’alimentazione, si possono somministrare soluzioni reidratanti o succo d’arancia. In commercio esistono anche dei farmaci antidiarroici e probiotici che servono ad riequilibrare la flora intestinale e che possono contribuire a ristabilire le difese immunitarie indebolite dall’azione del virus gastrointestinali.

In genere la gastroenterite è una malattia che si autorisolve nel giro di una settimana ma può presentare particolari pericoli per i bambini come la perdita di una notevole quantità di liquidi ed in casi estremi il ricovero in ospedale. Nei casi più ordinari non è necessaria la somministrazione di antibiotici ma avvalendosi di farmaci specifici si possono ottenere miglioramenti progressivi fino all’eliminazione di ogni sintomatologia.

Un altro aspetto fondamentale per combattere la gastroenterite è poi il riposo, uno dei metodi più efficaci per rigenerare il proprio fisico è infatti quello di non sottoporlo ad ulteriori stress e tensioni psicofisiche facilitando la ripresa.

Tra i virus gastrointestinali dei bambini più comuni è presente anche il Novovirus che si presenta in genere dopo l’assunzione di cibi contaminati e tossici oppure ancora a causa del contatto con persone infette. Naturalmente ci sono soggetti più a rischio di altri nello sviluppare virus intestinali come i bimbi sotto i 5 anni di età e quelli che presentano un sistema immunitario debole.

Il consiglio principale da seguire quando il bambino presenta i sintomi di un attacco da parte di virus gastrointestinali è quello di rivolgersi subito al proprio pediatra in modo da adottare immediatamente tutte le soluzioni più adatte alla cura del problema nel caso specifico. Il bambino potrebbe infatti avere la necessità di seguire dei trattamenti specifici nel caso di allergie o intolleranze a farmaci o ad alcuni tipi di alimenti ed è qui indispensabile affidarsi ad un professionista in grado di stabilire le strategie migliori da attuare e ogni altra misura di prevenzione necessaria.

7 comments

  1. Barbara Basiliani 4 gennaio, 2018 at 19:19 Rispondi

    Dal 20 al 23 dic …il primo GG vomito e diarrea solo in un ora 8 scariche di sopra e 10 di sotto..non riparavo a cambiarlo…su indicazioni della pediatra…2 tipi di fermenti ogni 4 ore..sali minerali e acqua il tutto a cucchiaini a rotazione 1 ogni 5 min nelle prime tre ore…poi aumentato a sorsi e il pomeriggio ha pure mangiucchiato..x fortuna è andata bene e non siamo dovuti ricorrere al PS x disidratazione.. I due GG successivi solo da sotto ..e naturalmente dopo che un giorno stava bene ha preso un mega raffreddore con tanto di febbre a natale a 38.8 …dai però è passato anche questo da 3 GG :-)…l’inverno è lungo :-)

Lascia un commento