Chiara Ferragni vuole prendere una doula: ma chi è?

Chiara Ferragni, una delle fashion blogger più conosciute ed amate d'Italia nonché compagna del noto rapper Fedez, è ormai incinta da diversi mesi (si troverebbe alla trentaquattresima settimana) e il termine sta quasi per scadere. La celebre blogger ha rivolto ai suoi fan alcune domande, tra le quali la più discussa era quella se prendere o meno una doula. Ma che cos'è in realtà una doula e che cosa fa?

Una doula per Chiara Ferragni: chi è questa figura

La figura della doula ha origini molto antiche, basti pensare che il termine deriva dal greco e sta a significare "serva della madre". Pertanto sostanzialmente si tratta di una donna esperta che funge da supporto alla neo mamma e la aiuta sia prima che dopo il parto. A spiegare il ruolo di questa speciale figura è Laura Verdi, fondatrice dell'ADI (Associazione Doule Italia).

Laura spiega che la doula assiste la mamma in tutto e per tutto, sia dal punto di vista psicologico che pratico. È in grado infatti di rispondere alle domande che attanagliano i futuri genitori, li aiuta negli acquisti per il piccolo, è presente alle visite dal ginecologo e durante il momento del travaglio.

Anche dopo la nascita del bambino la doula rappresenta una figura fondamentale: quando la mamma è stanca può prendere le sue veci ed aiutarla sia a stabilire un certo tipo di legame con il piccolo sia a svolgere le faccende domestiche più impegnative.

La differenza tra una doula e un'infermiera pediatrica

La doula costituisce indubbiamente una figura preziosa per i genitori ma non deve essere confusa con l'ostetrica oppure l'infermiera pediatrica. Il limite della doula infatti è quello di non essere una figura sanitaria, di non avere competenze mediche. Tuttavia le doule possono comunque contare su una rete di esperti in tale ambito a cui rivolgersi nel caso in cui ce ne fosse bisogno. La doula inoltre sostiene le scelte dei genitori senza cercare di intromettersi o dare consigli non richiesti.

Naturalmente questo tipo di aiuto ha un suo costo che prevede una tariffa oraria oppure pacchetti completi di più ore (sempre più frequentemente poi si sta sviluppando la tendenza a regalare una doula alla neo mamma).

Voi cosa ne pensate di una doula? Raccontateci le vostre esperienze!

117 comments

  1. Francy Fra 2 marzo, 2018 at 15:21 Rispondi

    Quanto mi stanno antipatici questi due….Mamme.it se continui a postare questi due elementi sarò costretta a cancellarmi dalla pagina. Parliamo di mamme lavoratrici, di grandi donne, non di questa sciaquetta che sfrutta qualsiasi cosa pur di far parlar di sè.CI manca solo che trasmetta in diretta il parto…non si sa mai che la abbia più fashion delle altre!!!

    • Delia Del Prete 2 marzo, 2018 at 15:32 Rispondi

      Io nn discutevo su questo….ma su come un evento come l essere incinta credo che sia una cosa intima e delicata e la Ferragni ne sta facendo ulteriore business …..sono mamma anche io come milioni di donne su questa pagina e sentire o leggere tt queste notizie come se fosse l unica ad aver avuto problemi con la gravidanza o altro credo che sia alquanto esagerato e fuori luogo …..

    • Sara Chiolo 2 marzo, 2018 at 15:38 Rispondi

      perdonami…ma parliamo proprio noi che..guai se non postiamo una foto di ogni uscita…compleanno…su facebook??e se per ogni foto che hai fatto ti avessero proposto un book fotografico e ti avessero pagata???non lo avresti fatto???se a me avessero proposto dei soldi per seguire la mia gravidanza…lo avrei fatto…ma io non sono la fidanzata di fedez…non sono modella..o ballerina…dovremmo secondo me essere piú obbiettive…soprattutto tra donne…e poi ci lamentiamo per i femminicidi…le prime che facciamo violenza siamo noi donne…tra donne…

    • Delia Del Prete 2 marzo, 2018 at 15:43 Rispondi

      Ma di cosa parli?? Credo quasi sicuramente non hai compreso il mio commento anzi sei andata fin troppo oltre parli di femminicidio ma stai scherzando….il mio commento era sul fatto che la Ferragni incinta non sta facendo nulla di anormale ….tuttw le donne partoriscono soffrono chi più o meno e può fare ciò che vuole ma.non e che diventi un caso unico e raro la sua gravidanza ……Che nn lo è!!!

    • Sara Chiolo 2 marzo, 2018 at 15:47 Rispondi

      ti ripeto…non sta facendo nulla di anormale…non é l unica ad aver avuto problemi…ma questo fa parte del gioco…la notorietà porta anche questo…e lo sappiamo bene tutti…altrimenti la d urso non saprebbe di cosa parlare😂

    • Karin Serraino 2 marzo, 2018 at 15:47 Rispondi

      É anche vero che spesso tra mamme si tende a non parlare, o a tralasciare gli aspetti piu “negativi” e a vivere la nuova condizione di maternità come cosa un po’ “troppo” personale…. Credo che ognuno sia libero di dire o meno al mondo come si sente e di condividere questo momento cosi speciale

    • Lina Maria 2 marzo, 2018 at 16:28 Rispondi

      Delia infatti lei ne parla nei suoi profili,perché chi la segue ha piacere anche di sapere come procede,e comunque è normale che una persona dello show business sia più in luce di un altra qualunque donna!!!!Ma perché tanta acidità e cattiveria???!!!!

    • Delia Del Prete 2 marzo, 2018 at 16:38 Rispondi

      Ma quale cattiveria …..io credo realmente che voi vi immedesimate troppo nella vita di questi personaggi ci può stare ….ma sappiate distinguere la vita reale da fb o instagram ….non sono cattiva ne sto rosicando il mio commento era sul fatto che ce troppa pressione su tt questa storia…se poi una nn può commentare liberamente per paura che ce sempre qualche leonessa da tastiera a dire e solo invidia….di che parliamo…semprle le solite risposte …..

    • Katia Bortoletto 2 marzo, 2018 at 20:40 Rispondi

      Infatti non serve a rubare il tuo rapporto con la bambina… Può fare le pulizie… Può dare consigli…se la neo mamma vuole fare un bagno di 1 ora lo può fare perché baderebbe lei al neonato… Leggete bene gli articoli…

  2. Taighy Zeronove 2 marzo, 2018 at 15:37 Rispondi

    Mah io conoscevo non per esperienza diretta la
    Figura della tata notturna o doula che dir si voglia ….
    Che veniva regalata dai genitori o suoceri alla neo mamma per affrontare le prime 30 notti del neonato!
    😱
    Ovviamente bisogna avere dei bei soldini per farlo…
    Ma a me a prescindere dal desiderio di dormire qualche notte in più non piacerebbe avere estranei in casa 😅

  3. Tiziana Giolito 2 marzo, 2018 at 15:39 Rispondi

    Non sapevo dell’esistenza di questa figura!!!! Ahhhhhh ad averlo saputooo 🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️🤦🏼‍♀️

  4. Jessica D'Ambrosio 2 marzo, 2018 at 15:50 Rispondi

    Eh beh e se non se la prendono loro! A me non sarebbe piaciuto comunque avere un estranea intorno che non mi conosce che mi parla mi tranquillizza etc, ma chi ti conosce?! 😂 meglio stritolare la mano di mio marito durante il parto 😂😂😂👍

  5. Alessia Fiorentini 2 marzo, 2018 at 16:14 Rispondi

    Certo può essere utile. A dar retta tutto può esser utile. Anche una tata che si sveglia la notte al posto tuo; l’ostetrica a disposizione, in quei momenti roteare gli occhi verso chi stimi e di cui ti fidi è tanto. L’ostetrica dopo che ti aiuta nell’allattamento, che soprattutto alla prima gravidanza non è una passeggiata. La doula comunque è una figura presa in considerazione dalle mamme benestanti, che possono permettersi una spesa in più, non credo interessi alle mamme economicamente nella media, come ad esempio sono io. È ovvio che se lo chiedete a me risponderei che quei soldi li investirei in modo diverso; che Comunque ci sono molti supporti alle mamme nelle Asl di cui potersi servire.Chi ha denaro in abbondanza invece non ci baderebbe e la prende come una fatica in meno

  6. La Ele 2 marzo, 2018 at 16:15 Rispondi

    Ognuno è libero di far ciò che vuole basta nn stressare le persone … Cosa che loro stanno facendo questa tizia pare che è incinta solo lei è che dovrà partorire solo lei …mia cara la parola mamma a mio modesto parere bisogna guadagnarsela le mamme vere sono fatte di altra pasta

  7. Valentina Barbuto 2 marzo, 2018 at 16:53 Rispondi

    Il bambino che si sveglia di notte è normale semplicemente perché di notte si produce più prolattina e loro sono più stimolati a mangiare, onestamente se una donna decide di allattare non capisco quale sia il senso di una tata notturna, se poi serve solo a cacciare in bocca un biberon per non perdere un’ora di sonno, be, bisognerebbe rivedere le priorità della vita e il desiderio di crescere il proprio figlio

  8. Sara della Maggesa 2 marzo, 2018 at 17:26 Rispondi

    Ma sapete che figura è la doula???
    La doula è quella persona che ti accompagna di solito durante la gravidanza, ma soprattutto durante il parto. Ti sostiene, ti massaggia, ti consiglia posizioni, e vi sostiene… Vi supporta i primi giorni col bambino e basta. Questa figura non sostituisce l’ostetrica che ha competenze superiori. La doula non è una tata o baby sitter

  9. Eva Mora 2 marzo, 2018 at 18:37 Rispondi

    Taighty Zernova, credo una Doula e una figura diverse. Si accompagna la donna durante la gravidanza, ma specialmente durante il parto e il periodo subito dopo (per essere accanto durante il parto e aiutare col allattamento e ricovero), sopratutto per essere una persona qualificata e di fiducia per la mamma per il parto-oltre i medici e ostetrice. Ho cercato quando ho partorito Giulio, perché mio italiano era quasi non-non-existent e non conosceva quasi nessuna a Genova, ma non c’era. Adesso ci sono pochi qui, ma esiste.

    Per fortuna per Sophia avevo una bravissima ostetrica che dirò ha svolto una ruolo simile, oltre tutti sue competenza di ostetrica, ma lei e magnifica e ha deciso da sola di essere cosi.

    E una figura esterne dal ospedale, per la mamma. Chiaramente danno consigli, tengano la mano e guardano che la mamma e comodo durante il parto, e possano comunicare con i medici e ostetriche per lei (o anche tenere a occhio la porta per essere sicura che solo chi e desiderata entra), ma il medico e ostetrica decidano le cose per la sicurezza dal parto. Communque, e una persona che deve essere formatta anche in il “arte dal parto” e aiutare la mamma.

  10. Eva Mora 2 marzo, 2018 at 18:39 Rispondi

    Katherine Anne Kathryn Rice. Se ho sbagliato qualcosa, Anne Kathryn Rice sapra correggetemi. Se non sbaglio, e uni degli pochi che svolge questa mestiere a Genova adesso.

  11. Eva Mora 2 marzo, 2018 at 18:46 Rispondi

    Diro che e anche simile a avere una brava ostetrica e sorella accanto, che conosce tue desideri per il parto e prova a diffenderle e communicare per te, ma forse di più. E molto molto diverse di questi “tatta della notte” o ostetrica privata, e hanno ruoli e formazione diverse.

    Anne Kathryn Rice

    • Monica Franchi 4 marzo, 2018 at 10:28 Rispondi

      l’ostetrica ha un ruolo diverso dalla doula. Ha una laurea, ha studiato, segue la gravidanza e il parto e il post parto per mamma e neonato e lo fa.con determinate competenze. La.doula si forma con tre weekend di corso e quello che può fare è sostituire una mamma o una sorella che ti aiuta con le cosa di casa me tre sei impegnata in altro.

    • Eva Mora 4 marzo, 2018 at 11:43 Rispondi

      Chiaramente non hanno la formazione completa di un ostetrica, per quello e una figura private e fuori dal ospedale-senza permesso di decidere o svolgere cose per la sicurezza dal parto. Ho sbagliato dicendo una combo di ostetrica e sorella, ma sicuramente loro formazione e molto più di 3 fine settimane… Durante loro formazione devano studiare il arte dal parto-quindi devano anche aiutare le donne con le posizione e movimenti durante il parto-e con allattamento e imparare la cura iniziale dal neonato.

      Non sono babysitter, ne donne di pulizia, e durante loro formazione devano seguire donne incinta (NON per sostituire il ruolo di medico ne ostetrica).

      Ormai (almeno in diversi ospedali), non e più possibile pagare per assicurare che un ostetrica specifica assiste un parto-e se non sono di turno non e neanche permesso che una e responsabile-ma almeno con una Doula una mamme e sicuro di avere un aiuto (in piu) di fiducia.

      Dico gia che le ostetriche a Villa Scassi sono bravissime e oltre loro competenze di ostetrica mi ha dato quello in più che una può cercare in una Doula, ma non era cosi con mio primo parto in un altro ospedale e non e per prendere per scontata. Per fortuna ho un’amica che gestisce un centro di parto naturale in Germania-che ho visitata durante la gravidanza e chiamata durante il primo parto per sostegno-ma senza di lei (sue consigli per i movimenti e posizioni) sicuramente avrò finito con un cesareo. Per fortuna invece le ostetrice che ho incontrata a Villa Scassi c’erano tutti molto disponibile e tendano a sostenere un parto naturale e attive, ma non poteva mai fare male avere un sostegno in piu.

  12. Mamu Ary 2 marzo, 2018 at 22:52 Rispondi

    Io se avessi potuto avrei preso 2 doule 🤔🤔🤔 sopratutto col 3 figlio quando dopo una giornata a correre a destra e manca mi toccava anche la notte……. Ma per piacere chi può xché stressarsi

  13. Lin Da 3 marzo, 2018 at 00:07 Rispondi

    Va beh, se non hai nessun altro che ti aiuti o che ti dia il cambio per una doccia o un pisolino o preparare un pranzo veloce…io non ci vedo nulla di male né di così drammatico, il primo mese con i piccolini è faticoso e la mamma ha tutto il disagio del post parto da gestire..ovviamente potendo scegliere io preferirei i nonni, o una zia, ma è soggettivo..

  14. Patrizia Pellicano 3 marzo, 2018 at 02:16 Rispondi

    Non sapevo dell esistenza di questa figura, l ho scoperta adesso. Penso che è un aiuto valido e interessante soprattutto se vivi in una città o un paese dove sei sola, senza mamma,suocera, sorella, insomma qualche familiare che ti possa aiutare soprattutto i primi tempi e che abbia già esperienza con bebè. Se non avessi avuto mia mamma sicuramente avrei cercato la Doula👍🏻

    • Monica Franchi 4 marzo, 2018 at 10:31 Rispondi

      in America la figura dell’ostetrica è quasi sconosciuta purtroppo. Infatti partoriscono tutte con infermieri e ginecologi. Per questo si prendono le doule che dovrebbero servire unicamente a sostituire in casa quello che farebbe una.mamma o.una sorella: ascoltare (ma lo facciamo pure noi ostetriche ), lavare cucinare e accudire.

  15. Sammy Lee 3 marzo, 2018 at 07:11 Rispondi

    Credo che la “doula” sostituisca la propria mamma, quindi la nonna del nascituro, qualora appunto non sia presente per qualsivoglia motivo. Per me, infatti la mia doula è stata la Mia Mamma. Non ne sconoscevo l’esistenza delle doule, ma credo che nel caso in cui una neo-mamma non l’avesse la doula possa ricoprire tranquillamente il ruolo della nonna. Mio pensiero personale eh… 😉

Lascia un commento