Sindrome del Bambino Imperatore: di cosa di tratta?

sindrome-del-bambino-imperatore

Sarà capitato a qualsiasi genitore di trovarsi di fronte, almeno una volta, a un comportamento molto capriccioso, scontroso, se non addirittura violento, da parte del proprio bambino. Come reazione a un rifiuto, a regalo negato o a un’imposizione di mamma e papà, spesso si assiste a una scenata incontrollata da parte del bambino.

Se questi sono episodi sporadici, che si presentano in vista di un rimprovero o di una richiesta negata: state tranquilli! Si tratta dei classici capricci, che, nel percorso di crescita di un bambino vanno messi in conto.

Se però notate che vostro figlio ha costantemente un atteggiamento aggressivo (e non solo verbale) soprattutto nei confronti di voi famigliari, state allerta, perché potrebbe trattarsi della cosiddetta Sindrome del Bambino Imperatore.

Che cos'è la Sindrome del Bambino Imperatore?

Con questa denominazione, si identifica un bambino sempre scontroso e aggressivo, anche a livello fisico (ad esempio con calci e pugni), soprattutto nei confronti dei genitori. Si dice che la sindrome del bambino imperatore sia molto diffusa, più di quanto si possa immaginare.

Chi è il bambino imperatore?

Il bambino “imperatore” tende a comandare su tutti, con grida e insulti. Molto spesso batte i piedi per terra per farsi ascoltare e ha crisi compulsive se non ottiene quello che vuole. Molto aggressivo, reagisce con provocazioni verbali e gesti di ira come calci e pugni, rivolti soprattutto nei confronti dei componenti della sfera famigliare.

Da cosa dipende?

Per prima cosa, alla base della Sindrome del Bambino Imperatore c’è un fattore genetico, ma molto dipende anche dagli stimoli della società in cui viviamo e dalle regole (spesso “sregolate”) dell’educazione che ricevono.

Ad esempio, gli atteggiamenti dei genitori troppo permissivi o iper-protettivi possono portare a questo risultato nei bambini, come pure troppe punizioni e sculacciate. L’educazione dei bambini è un campo delicato e nessuno ha la bacchetta magica, ma avere la giusta misura per premi e punizioni è la base di partenza per non eccedere né in un verso né nell'altro.

Quella del bambino imperatore è una vera e propria patologia da non sottovalutare. Per questo è bene stare vicini al bimbo e se necessario chiedere consiglio a uno psicologo che, attraverso un percorso mirato può aiutarlo a  “guarire” e a ritrovare la serenità personale e famigliare. 

Please follow and like us:
error

11 comments

  1. Anastasia Giorgio Simeone 14 Giugno, 2016 at 12:35 Rispondi

    Infatti io penso che sia + viziato che per le troppe sculacciate. Qsto è il comportamento di un bambino che crede che tutto gli sia dovuto … Uno schiaffo ogni tanto non fa mica male anzi è non è maltrattamento è che bisogna portare rispetto ai propri genitori e qndo è no è no punto.

  2. Dany-chan Andreoni 14 Giugno, 2016 at 14:13 Rispondi

    Non credo che se un adulto si incavola o “sbrocca” lo si prende a schiaffi…Non capisco perché bisogna farlo con i bambini. Perché Non si possono difendere forse?Ho due gemelli vivacissimi ma non gli torcerei mai un capello.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.